GCC VS CLC

|| Mood: Insonnolita||
|| Music: Shasta – Vienna Teng||

C’è una sola cosa più fastidiosa dei testimoni di Geova che ti suonano alle otto di domenica mattina: i Coetanei di Lotta Comunista che ti suonano mentre stai cucinando.
Chiedendo i tuoi soldi e il tuo attivismo politico. (Ahahah.)
Sì, lo so che questo argomento è già stato trattato, ma d’altra parte questo è un blog noioso, e io faccio una vita talmente priva di stimoli che gli incontri-scontri con Lotta Comunista sono davvero la cosa più interessante che possa raccontare d’aver fatto (è anche vero però che io ormai non considero più interessanti gli scontri d’arma da fuoco che avvengono sotto casa mia o la mia vicina che mi fa una panoramica dettagliata sui suoi orgasmi multipli. Anzi, se volete ve la regalo. La vicina, non un’arma da fuoco).
In ogni modo, ieri si è tenuto un match significativo fra un CLC (Coetaneo Lotta Comunista) e una GCC (Gucci che cucina) con variazione sul tema “ti rincoglionisco con stronzate pseudomarxiste finché non mi dai dei soldi”; il tema era pressoché identico, effettivamente, ma tenendo in considerazione un elemento casuale determinante che chiameremo X.
(X = Gucci si annoiavo moltissimo.)

Piccolo inciso: se c’è una cosa che mi dà ancora più fastidio di un CLC che ti chi diede soldi e attività politica è unCLC che ti chiede soldi e attività politica MENTRE ci prova spudoratamente.
Coerenza, bambolina, non chiedo altro.
O i miei soldi o il mio corpo. È una meccanica intrinseco che hanno capito tutti, persino il mio gatto. Al massimo i soldi me li dai tu, ma ancora non sono arrivata a quel livello (anche se vista la carenza di pecunia vigente potrei anche iniziare a prenderlo in considerazione).

In ogni modo, riporto (quasi) fedelmente l’illuminante (per lui) dialogo che c’è stato fra CLCGCC.

*Suonano alla porta*
*GCC bestemmia in serbocroato – GCC è un esserino piuttosto nervoso, di recente – e va ad aprire*
*CLC fissa GCC*
*CLC fa una radiografia a GCC*
– altro inciso: GCC è appena tornata dall’università, dalla SEGRETERIA dell’università, in ciabatte, spettinata e col trucco colato. CLC doveva essere disperato. –
*CLC si esibisce in un sorriso bovino da perfetto promoter*

CLC: Ciao! Ti interes-
*GCC GNAULA RUMOROSAMENTE facendo un cenno di diniego*
CLC: …*inquietato dal gnaulio* … no? éOè
GCC: No. Non mi interessa niente. Ciao. *fa per chiudere la porta*
CLC: Come mai? *fa un passo in avanti, minaccioso*
GCC: …(entrami in casa e ti scaravento giù dal ballatoio, cazzo.)
Sono apolitica. *pronunciato con il tono usato per dire “Ho un cancro“*
Mi dispiace.
CLC: …*guarda come se avessi davvero pronunciato “Ho un cancro“*
Ma come! *tenta un sorriso furbo* con tutto quello che succede ultimamente!
GCC: (Cosa? Che degli adolescenti non hanno voglia di fare niente? …perché, non succede dai primi anni ’90? ò_o)
Non mi interessa. *cerca di far entrare il concetto in profondità*
CLC: Ma ti DEVE interessare, è il mondo! Anche se non sei comunista, non vuol dire che –
GCC: …a dire il vero nemmeno tu sei comunista. Il comunismo non esiste. *C* *GCC inizia a divertirsi*
CLC: *sguardo bovino che si fa perplesso, poi terrorizzato* …come no?
GCC: Il comunismo ha smesso di esistere appena morto Marx. Forse anche prima. Voi non siete né comunisti né marxisti. *Omette “siete solo cretini” perché è una personcina ammodo e dabbene*
Se dici di essere comunista, quindi, non esisti.
*Ricordiamo che GCC si annoia tanto e AMA i paralogismi applicati ad cretini.*
CLC: ………………………
GCC: … ._.
CLC: *palesemente traumatizzato dalla sua non-esistenza, replica con nozioni a caso*
Ma guarda che è Marx che ha scritto il Capitale! *infervorandosi*
GCC: …eh? …sì, lo so che Marx ha scritto il Capitale. ò_o
Se mi devi parlare di Marx *espressione nauseata* lascia perdere, che lo studio già abbastanza a scuola.
CLC: …*ghigno sempre più bovino* Ehhh, ma quello che ti insegnano sui libri non è mica VERO! È tutta un’opinione! Un fraintendimento! Sono tutte fonti alterate!
Siamo dentro un sistema corrotto, che ci vuole dire cosa fare e cosa pensare! Ci incasella, ci uccide!
*Nella testa di GCC parte “I fought the law and the law won ~” *
GCC: *dieci secondi di educato, perplesso silenzio* BRUTTA società CCCATTIVA. éOè
CLC: …
GCC: …è_e *continua ad avere roba sui fornelli*
CLC: …che scuola fai? *C* *palesemente non trovava nulla da replicare XD*
GCC: *Medita il suicidio* *dice nome dell’Uni, corso, ancora un po’ matricola e codice fiscale* . ._.
CLC: …MA NON TI HO MAI VISTO!
GCC: …(Iddio grazie.) Che peccato.
CLC: Dai, non vuoi venire agli incontri? Così magari capisci meglio. éOè *sinceramente preoccupato per la mia educazione*
GCC: No, veramente, non mi interessa. Non ho né tempo né voglia.
CLC: Almeno dammi qualcosa per aiutare quelli che hanno voglia di fare qualcosa. éOè *Passa al bieco accattonaggio*
GCC: …vedo se ho un euro (QUALUNQUE cosa pur di levarmelo dai piedi, anche essere accusata diadolescenza).
CLC: Meglio cinque.
GCC: *mette in mano un euro* …ANCHE NO? ò_o
CLC: …va bene, allora ciao, ci vediamo! éOè Sicura di non voler-
GCC: No! ;_______;
*CLC stringe mano presentandosi – chissà come si chiamava, poi – e si allontana, depresso per l’aver fallito la missione*
*GCC torna a cucinare, depressa per esser stata messa a contatto così ravvicinato con un esempio tanto lampante di demenza congenita*

Tutto qui. Adesso quasi mi manca, il mio CLC.
Ma anche no.
Chinaski è diventato giallo e poi è tornato (grazieaddio) blu. E io ho sognato che David Bowie viveva nel nostro scantinato adibito a taverna (???) e che doveva partecipare ad un concorso di bellezza. Io gli facevo da cuoca.
Ho scoperto che le rotelle di liquirizia danno dipendenza. Buon appetito.

 

One thought on “GCC VS CLC

I commenti sono stati chiusi.