Draghi, foche e verità controfattuali

Sto studiando – di nuovo – i mondi possibili. Nello stato di cose – cose attuali, storiche, fattuali, oggettive, vere,  chiamatele un po’ come vi pare – in cui mi (ci, vi, si) trovo(-iamo, -iate, -ano) – è il campo di studi migliore possibile. Guardate, è passato Hobbes. Ciao, Hobbes. Bel drago, quanto fa con… Continue reading Draghi, foche e verità controfattuali

Rovesci

Non c’è da discuterne molto, non sono una persona accomodante. Me ne dispiace anche, e cerco di porre rimedio come posso, ma non sono dolce, non sono tenera, non sono disposta al perdono e al compromesso. Non sono facile. Lo sono stata fin troppo a lungo, ma mai veramente: sono stata manipolatrice e ipocrita (e… Continue reading Rovesci

Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1885

Vedete, io vi mostro l’ultimo uomo. “Che cosa è amore? Che cosa è creazione? Che cosa è anelito? Che cosa è stella?” – così domanda l’ultimo uomo e ammicca. La terra allora sarà divenuta piccola, e su di essa andrà saltellando l’ultimo uomo, che farà tutto piccolo. La sua razza è inestirpabile, come la pulce… Continue reading Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1885

Sei Tipi di Pasta: teh fandom

Mi rendo conto che seguire una rubrica su Mimicry sia più o meno impossibile. Sono avversa a qualunque tipo di regolarità, evidentemente, e non riesco a schedulare nemmeno me stessa, figuriamoci una serie modulata di post. Questo però non mi toglierà mai il gusto di fare l’imbecille sulle categorizzazioni del mondo. Le amo in maniera… Continue reading Sei Tipi di Pasta: teh fandom